Avere un Impianto Cocleare

Avere un impianto cocleare costa fatica, costa impegno, costa tempo, costa volontà, costa crisi depressive momentanee, costa sbalzi di umore, costa, costa, costa………….non è una cosa semplice, bisogna essere decisi, caparbi, non curarsi di chi ti vuol far desistere, e soprattutto mai fermarsi di fronte alla minima difficoltà di qualsiasi natura.

Ricordo ancora che i confronti rispetto ad altri non servono come metro di misura sul risultato, i confronti devono servire come stimolo per migliorarsi ed andare avanti per arrivare al miglior risultato, il vero confronto è con noi stessi.

I risultati dipendono da questi fattori ed a volte da altri di diversa natura che possono limitarne il risultato rispetto ad altre persone, ma anche in questi casi ci possono essere aiuti che servono a migliorare situazioni di vita sia per grandi che per piccini, non lasciatevi prendere dall’insoddisfazione.

Non c’è una meta comune a tutti, uno ci sente bene quando è soddisfatto del suo risultato, risultato rapportato al suo stile di vita ed ai suoi obbiettivi, non c’è una percentuale 60, 80, 90, 100%...no!, c’è solo uno stato di sicurezza che uno trova in quello che ha raggiunto, si sente più sicuro ad affrontare la vita in tutti i suoi momenti, e qui arriva anche la soddisfazione.

Se con l’IC non si arriva o non si è soddisfatti dei risultati raggiunti, possiamo cercare migliorarli usando strumenti tecnologici da usare insieme all’IC o alle PA..

A volte è meglio lasciar da parte Iphone, Tablet o altri strumenti simili, strumenti utili ma non indispensabili, è meglio investire su tecnologie che invece ci possono portare miglioramenti uditivi per noi stessi e per i vostri figli.

Qualsiasi tipo di miglioramento uditivo porta una crescita dell’autostima di se stessi, permette una miglior integrazione sociale, scaccia tutte quelle perplessità che poi portano ad uno stato di depressione che alla fine si traduce in un rifiuto dell’IC. O della PA.

Anche per le persone che hanno una comprensione bassa, questi strumenti digitali di ultima generazione ti permettono una chiarezza ed un aumento di comprensione notevole, TV, musica, discoteca, cellulare, ristorante, riunioni ti consentono un netto miglioramento uditivo.

Alla fine, sentire e capire meglio dalla TV è come fare logopedia, il tuo cervello si abitua ed apprende cose nuove, ti permette un’ulteriore crescita nell’allenamento sulla comprensione.

Bisogna crederci, bisogna cambiare modo di pensare, bisogna essere convinti e guardare un po’ più in la di come si è oggi, imparare e crescere per migliorarsi per essere più efficienti e rispettati da tutti.

Con l’Impianto cocleare e le P.A. attuali, abbiamo a disposizione tutti un grande strumento, una grande tecnologia, una grande possibilità, cerchiamo di trarne i maggiori e migliori vantaggi da ciò che abbiamo.

La riabilitazione è un discorso complesso, queste sono le mie considerazioni vissute di prima persona, ci sono dei professionisti molto qualificati con cui confrontarvi e con i quali potete pianificare percorsi riabilitativi molto efficienti, ma non dimenticatevi che il vostro impegno dovrà essere sempre al massimo.

Come ho già detto, non potete pensare che gli altri facciano tutto per voi, solo dopo che anche voi, informandovi, studiando, istruendovi, applicandovi, avrete provato e verificato tutto quello che sarete riusciti ad imparare, potrete dire di aver fatto di tutto, diversamente NO.

Non venite a dirmi che non avete tempo, queste cose si costruiscono poco per volta, invece di pensare e dedicarvi a cose un po’ frivole che riguardano l’IC, provate ad addentrarvi in qualcosa di più costruttivo che vi sarà sicuramente utile.

Sono solo suggerimenti che indicano una strada ed ognuno di voi è libero di prendere, la strada che meglio crede.

Un giorno nessuno di voi potrà dirmi: potevi dirmelo!